La cannabis può essere un buon antidepressivo naturale che molti già usano sia per cercare di migliorare il proprio umore. Ha molti effetti notevoli sullo stato mentale e c'è sicuramente un grande potenziale per aiutare chi è nel bisogno. Molti lo usano per le sue potenti proprietà antistress. È anche noto per essere una sostanza sicura da usare.

Nonostante la sua prevalenza in molti paesi del mondo, solo una manciata ha legalizzato la droga per uso ricreativo.

Tuttavia, è ancora altrettanto sicuro per coloro che hanno una diagnosi e una prescrizione per un medico per una condizione mentale? Alcuni mettono in dubbio la sicurezza dell'uso di cannabis durante l'assunzione di antidepressivi.

Questo argomento è vitale perché, sebbene la cannabis sia un prodotto naturale che ha pochissime controindicazioni, i cannabinoidi interagiscono ancora con altre sostanze nel corpo. È quindi importante evidenziare eventuali interazioni o problemi che possono derivare dall'uso di cannabis.

Alcune cose da tenere a mente

Rispetto ad altri campi di studio, non ci sono molti studi rigorosi e approfonditi sull'argomento. Tuttavia, ci sono alcune recensioni interessanti che hanno prove sufficienti per fornire una panoramica generale. L'attuale consenso scientifico deriva da questi studi.

In primo luogo, le segnalazioni di eventi avversi derivanti da interazioni tra antidepressivi e cannabis sono rare, ma ciò non significa che non dovrebbe interessarti. È importante ricordare che il fumo di cannabis è ancora illegale nella maggior parte dei paesi nonostante la droga sia più accettata. Ciò significa che probabilmente ci sono persone che hanno avuto esperienze negative ma le hanno intenzionalmente trattenute.

Alti livelli di THC sono correlati a un numero maggiore di casi. Il CBD è generalmente più sicuro e causa meno problemi se usato insieme a farmaci soggetti a prescrizione.

Dovresti anche considerare il tipo di condizione da trattare. I pazienti con depressione grave e disturbo bipolare sono a maggior rischio. Molti studiosi ritengono che dovrebbero ridurre il loro consumo di cannabis, indipendentemente dal fatto che prendano farmaci o meno.

Ci sono molti antidepressivi disponibili sul mercato, ognuno con un meccanismo diverso. È importante non raggrupparli tutti insieme e concentrarsi sui singoli casi.

SSRI

Gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, o semplicemente SSRI, sono il tipo più comune di antidepressivo prescritto ai pazienti. Il gruppo comprende molti farmaci antidepressivi comunemente prescritti come Prozac, Zoloft e Lexapro. In molti casi sono state segnalate somministrazioni concomitanti di cannabis terapeutica e questi farmaci. Tuttavia, se viene mantenuta la supervisione medica e vengono somministrati dosaggi regolari, il rischio di interazione con i farmaci è basso.

Il motivo per cui i medici preferiscono prescrivere gli SSRI ai pazienti con altre alternative è che causano effetti collaterali minori e meno gravi. Inoltre, le segnalazioni di interazioni con altri farmaci sono più rare e più lievi con gli SSRI rispetto ad altre alternative.

NDRI e SNRI

Ci sono state pochissime segnalazioni di reazioni avverse agli NDRI (inibitori della ricaptazione della noradrenalina e della dopamina). Questi farmaci sono anche ampiamente utilizzati per il trattamento della depressione e dei problemi cognitivi. Esiste un rischio da basso a moderato di interazione della cannabis con Bupropione o Metilfenidato (Ritalin).

Inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina, gli SNRI sono antidepressivi generalmente sicuri da usare in combinazione con la cannabis. Questi farmaci sono usati per trattare la depressione maggiore, il disturbo d'ansia, il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), l'ADHD, la fibromialgia e molte altre condizioni. Venlafaxina e Duloxetina sono SNRI che hanno bassi effetti collaterali e non sono soggetti a interazioni farmacologiche.

IMAO Antidepressivi triciclici

Gli antidepressivi che abbiamo trattato finora sono generalmente considerati sicuri e compatibili con la cannabis. Ma per quanto riguarda gli antidepressivi?

Inibitori delle monoamino ossidasi, o IMAO, un farmaco antidepressivo che a volte è considerato "antiquato". Non sono in genere il primo farmaco che un medico prescriverà. Sono utilizzati nel trattamento della depressione e di altri disturbi psichiatrici; tuttavia, pongono molti problemi per quanto riguarda le interazioni. Non è fortemente raccomandato assumere cannabis insieme a loro. In effetti, ci sono diversi prodotti alimentari che non dovresti mangiare mentre stai assumendo questo tipo di farmaco.

È stato anche riportato che gli antidepressivi triciclici, come la trimipramina e l'amitriptilina, interagiscono con i cannabinoidi. Questi farmaci non sono così comuni come una volta. Ci sono state segnalazioni che la cannabis è stata collegata all'ansia e alla tachicardia.

Uso medicinale e ricreativo

Indipendentemente dal farmaco che stai assumendo, antidepressivo o meno, dovresti sempre essere cauto mentre consumi altre sostanze. Ciò include alcol, altri farmaci da banco, cannabis e altre droghe ricreative.

Il medico dovrebbe informarti di tutto ciò che dovresti evitare durante l'assunzione dei farmaci prescritti. Tuttavia, a seconda del paese, spesso trascurano le sostanze ricreative. Fai sempre qualche ricerca aggiuntiva per verificare che ciò che stai facendo sia sicuro. Anche se è ritenuto sicuro, non fa male esercitare un po' di cautela in più quando prendi nuovi farmaci e potrebbe salvarti la vita.

Facebook Comments