In 14 dei 50 stati degli Stati Uniti d'America, la cannabis è stata legalizzata. New York sarà il quindicesimo. Il governo prevede di generare entrate fiscali in milioni. Il motivo principale per cui è necessaria la legalizzazione non è chiaro.

I legislatori dello Stato di New York hanno concordato che la marijuana può essere legalmente venduta. Gli adulti di età pari o superiore a 21 anni possono ora acquistare cannabis per scopi ricreativi e possedere fino a 85 g.

Verranno rilasciate licenze per consentire la consegna del farmaco direttamente al cliente. Ai residenti sarà inoltre consentito di possedere fino a tre piante mature e tre piante immature per uso personale.

Una disputa di lunga data ha preceduto l'accordo tra il governatore Andrew Cuomo e i membri del Parlamento. Nei prossimi giorni potrebbe essere approvata una legge corrispondente. New York, con i suoi quasi 20 milioni di residenti, compresa l'omonima area metropolitana, sarebbe il quindicesimo stato degli Stati Uniti a consentire l'uso gratuito di marijuana.

I neri arrestati in modo sproporzionato

Tuttavia, un'altra grande ragione per la legalizzazione è combattere il razzismo strutturale. La precedente legislazione di New York sulla cannabis discriminava le persone di colore, in particolare i neri. Nonostante l'uso di marijuana sia distribuito più equamente in base alla razza, era molto più comune per i neri essere arrestati in relazione a crimini legati alla marijuana.

Il presidente della commissione per le finanze del Senato, Liz Krueger, ha dichiarato che si trattava di un grave ostacolo per le comunità di colore. Il loro obiettivo è garantire che siano compensati con i benefici economici della legalizzazione.

Cannabis in varie forme

Non è solo la comunità nera di cui vogliono beneficiare. Per incoraggiare i veterani con disabilità, i piccoli proprietari terrieri, le minoranze, le donne e i veterani con disabilità a entrare nell'industria della cannabis, vengono offerti prestiti e altro supporto. I sostenitori della legalizzazione sostengono che ciò potrebbe portare a migliaia di nuovi posti di lavoro.

Milioni di entrate fiscali aggiuntive

Il governo monitorerà da vicino le potenziali tasse future sulla cannabis. Il governo stima che nei prossimi anni potrebbe esserci un mercato che genererebbe 350 milioni di dollari di entrate fiscali aggiuntive ogni anno.

Lo stato prevede di imporre un'imposta sulle vendite del XNUMX%, insieme a una quota del XNUMX% da parte di contee e comuni. C'è anche una tassa basata sul contenuto di THC. Il THC è l'ingrediente psicoattivo della cannabis e la sostanza chimica che produce lo sballo.

Facebook Comments

Lascia un commento